DE· FR· IT|Contatto|Home

Internet – benedizione o maledizione?

Nel World Wide Web possiamo trovare un sito web per ogni argomento. Molti contenuti su Internet sono utili e interessanti. Per svolgere i compiti o anche per interessi privati i vostri figli usano Internet che offre un'infinità di contenuti per scoprire il mondo. Ma così come nel mondo esterno a Internet, anche qui ci sono cose che i vostri figli non potrebbero (ancora) capire o contenuti che per legge non sono consentiti ai minorenni (o anche agli adulti).

Contenuti illegali

In genere si presentano problemi quando si è in possesso, quando si scaricano e si diffondono riproduzioni vietate di pornografia e violenza, tra cui rientrano foto, video, fumetti o giochi in cui

  • persone o animali vengono torturati o uccisi,
  • gli atti sessuali sono collegati alla violenza fisica,
  • bambini nudi posano in modo sessualmente provocante,
  • vengono mostrati bambini che fanno sesso con adulti o adolescenti,
  • viene rappresentato sesso tra persone e animali.
ungeignete inhalte im internet

Contenuti per adulti

Allo stesso tempo Internet offre contenuti che non rappresentano problemi di ordine legale per gli adulti, anche se la legge ne vieta il possesso, il consumo e la diffusione per i minorenni. In questi casi si tratta di materiale pornografico o di contenuti con un'esplicita rappresentazione della violenza.

Altri contenuti problematici

I contenuti vietati ai bambini per legge rappresentano però solo una parte dei contenuti inappropriati per loro. Inoltre sono molto diffusi anche i contenuti idonei solo parzialmente per gli adolescenti e che devono essere valutati in modo critico. Ci sono ad esempio siti che presentano in modo positivo i disturbi alimentari e il suicidio, altri che sono in realtà delle cosiddette «trappole degli abbonamenti» o pagine con altri intenti fraudolenti. Accedere da soli a questi contenuti può essere grave e problematico per bambini interessati a tali argomenti, ma instabili. Il fatto che alcuni contenuti creino insicurezze e paure non dipende solo dal contenuto in sé, ma anche da come i bambini e i giovani li gestiscono dentro e fuori la rete e se possono parlarne con i genitori e gli amici.

I pericoli

I contenuti inappropriati possono creare un senso di angoscia nei bambini. Se sono confrontati più volte con contenuti che li impauriscono possono diventare molto insicuri e probabilmente sviluppare un rapporto non sano con Internet. Ciò può manifestarsi in un atteggiamento di assoluto rifiuto nei confronti dei nuovi media oppure i bambini stessi sviluppano un fascino paradossale per cose spaventose e cercano con regolarità tali contenuti nonostante il senso di disgusto.

Che cosa potete fare in via preventiva?

Tenete presente che l'accesso a contenuti inappropriati non si può impedire completamente. Misure tecniche come programmi filtro e di controllo possono essere solo una delle fasi di un'adeguata educazione ai media e non sostituiscono il dialogo diretto con i propri figli. Si consiglia, in particolare con i bambini piccoli, di collocare gli apparecchi capaci di connettersi al web, come computer fissi, laptop e tablet, in locali facilmente accessibili a tutti i membri della famiglia, come il soggiorno. All'inizio si consiglia di restare a disposizione dei figli per eventuali domande per tutto il tempo in cui usano Internet. In questo modo sapranno fin da subito a chi possono rivolgersi. Allo stesso tempo i bambini impareranno a gestire i diversi contenuti di Internet in un ambiente protetto. Le domande attive e dirette poste dai genitori sono utili quando i figli usano Internet senza la guida di un adulto. Ad esempio si può parlare con loro già in anticipo delle cose di cui hanno paura oppure chiedere loro regolarmente e in modo attivo se ci sono eventi che suscitano in loro paure particolari.

Se i vostri figli usano regolarmente siti che vanno valutati in modo critico, è possibile che ciò dipenda dalla pressione del gruppo e non tanto dai contenuti stessi. Può sempre capitare che i compagni di scuola inviino ai loro conoscenti del materiale inappropriato. In questo caso dovreste parlarne apertamente con i vostri figli e proporre loro che sarete voi a contattare i diretti interessati o i rispettivi genitori. Se si tratta di contenuti illegali (per minorenni o in generale), potete farlo presente ai «mittenti» e, nel caso in cui ciò si verifichi di nuovo, far intervenire la polizia.

Se vi imbattete in contenuti di pedopornografia, denunciate i casi su kobik.ch. Ma state attenti ad inviare esclusivamente i link che rimandano a questi contenuti. Non fate screenshot e non scaricate questo materiale, visto che si tratta di un'azione punibile legalmente.

Informazioni principali in breve

  • Ci sono contenuti vietati per legge, ma anche contenuti legali che non corrispondono allo stadio di sviluppo dei vostri figli.
  • Le restrizioni tecniche aiutano solo in parte. Parlare accuratamente e hiaramente con i propri figli e accompagnarli nell'uso dei nuovi media aiuta molto di più a imparare a gestire contenuti inappropriati.

Link sul tema

Condividi questo contenuto
share
Pro Juventute
Ufficio Svizzera Italiana
Piazza Grande 3
6512 Giubiasco
Tel.: 091 971 33 01
Mobile: 079 600 16 00